PANELMASTER STEEL

Tecnologia per la produzione in continuo di pannelli sandwich con isolamento termico in poliuretano o lana minerale

Tra tutti i materiali isolanti, la schiuma poliuretanica rigida presenta il minor grado di conducibilità termica e per questo viene utilizzata principalmente sotto forma di elementi compositi metallici nella costruzione industriale e in quella di celle frigorifere, ma anche per le celle frigorifere dei supermercati o per le celle isotermiche dei camion. Fin dall'inizio, HENNECKE-OMS ha contribuito in modo massiccio al successo dei pannelli sandwich grazie ai suoi impianti per pannelli in continuo e in discontinuo. Gli impianti PANELMASTER STEEL consentono la produzione in continuo di pannelli sandwich di alta qualità con substrati, spessori e profilature diverse, e su richiesta con isolamento in poliuretano o lana minerale. Inoltre, grazie ad HPT GmbH HENNECKE GROUP dispone anche di un fornitore altamente specializzato di sistemi di profilatura di lamiere trapezoidali ad alte prestazioni, che si inseriscono perfettamente nella linea di impianti per pannelli sandwich in continuo del tipo PANELMASTER STEEL. In questo modo, anche HENNECKE-OMS si colloca tra i pochi fornitori nel settore della produzione in continuo di pannelli sandwich con substrati metallici e i clienti possono quindi ottenere soluzioni complete e convincenti da un unico fornitore.

Profilatura

La sezione di ingresso include la linea per la movimentazione della bobina e la lavorazione dei substrati metallici. Ciò comprende l’alimentazione del substrato di acciaio all'interno dell'impianto, la preparazione delle lamine tramite il taglio e la loro connessione, nonché la profilatura vera e propria dei substrati metallici superiori e inferiori. La profilatura della superficie e dei bordi conferisce ai pannelli compositi sandwich una forma definita e li unisce in modo sicuro.

La profilatura comprende solitamente le fasi seguenti:

  • Alimentazione dei substrati
  • Stratificazione

Miscelazione e dosaggio

HENNECKE-OMS offre la linea completa per il dosaggio, lo stoccaggio, il trasporto e il monitoraggio di materie prime e additivi. Le macchine per il dosaggio del poliuretano miscelano in maniera omogenea i componenti reattivi come polioli e isocianati e i vari additivi (ad es. catalizzatori, agenti espandenti, agenti indurenti, ritardanti di fiamma). Gli impianti di produzione per pannelli sandwich di HENNECKE-OMS hanno una configurazione basata su una corretta organizzazione delle singole unità e dei componenti di alta qualità. Ciò assicura all'utente una struttura uniforme delle celle e un rendimento efficiente delle materie prime.

La sezione wet dispone generalmente dei componenti seguenti:

  • Unità di dosaggio
  • Stazione di premiscelazione dinamica e carico di gas
  • Flussimetri massici
  • Unità di controllo della temperatura e raffreddatore
  • Area di stoccaggio

Sezione centrale dell'impianto

La sezione centrale per i substrati metallici in continuo è la parte fondamentale dell’impianto PANELMASTER STEEL. E’ la dimostrazione dell'esperienza acquisita nella lavorazione del poliuretano ad alta pressione.

La sezione centrale del PANELMASTER STEEL è composta solitamente da:

  • Preparazione per l'applicazione della schiuma
  • Portale di distribuzione
  • Testa di miscelazione
  • Doppio nastro
  • Controllo della temperatura
  • Taglierina a nastro
  • Fornitura di pannelli in lana minerale

Raffreddamento e impilaggio

La cosiddetta sezione di raffreddamento prevede lo stoccaggio provvisorio e il raffreddamento dei pannelli. Infine gli elementi vengono lavorati ancora una volta, accatastati e avvolti con della pellicola protettiva e strati intermedi.

Il raffreddamento e l’impilaggio di un impianto PANELMASTER STEEL comprendono generalmente:

  • Raffreddatore verticale
  • Unità di fresatura
  • Unità di impilaggio
  • Inserimento di inserti EPS / XPS

Sistema di controllo dell‘ impianto

L'uso di sistemi elettronici computerizzati e all'avanguardia assicura la massima sicurezza del funzionamento, richiede meno spazio e consente di implementare il cambio di produzione in modo veloce ed automatizzato.

Il controllo dell’impianto comprende generalmente:

  • Sistema di gestione dei pannelli operatori
  • Salvataggio dei dati di produzione
  • Valutazione e analisi grafica
Contatto esparto